Come si fa lo Snake

Metodo snake

Lo snake è uno dei metodi più utilizzati nei kettle (ma non solo) per effettuare cotture per molte ore a temperature basse (intorno ai 110°C). Uno snake ben realizzato può durare dalle 4 alle 9 ore, e con alcuni escamotage si può prolungare la sua efficacia ancora di più.

Metodo snake



Per realizzare uno snake a regola d’arte, si posizionano le bricchette lungo il bordo interno del dispositivo, formando una specie di “serpentone”. Solitamente si mettono due bricchette a contatto con la griglia con sopra uno o due altre bricchette ben posizionate. Per affumicare, è possibile mettere delle chips o dei chunk sopra le bricchette. Le bricchette non devono correre per tutto il diametro del dispositivo ma occuparne una metà o poco più.


Per dare vita allo snake, si accendono una decina di bricchette nella ciminiera e si versano su una sola dell’estremità ovviamente se avete adagiato del legno per affumicare, va accesa l’estremità dove si trovano le chips). A questo punto, posizionate la griglia e regolate le bocchette dell’aria inferiori, chiudetele della metà o anche per due terzi, in modo da diminuire l’ingresso d’aria ed evitare l’innesco di tutte le bricchette che compongono lo snake.

In questo modo, le bricchette si accenderanno gradualmente, consumando lo snake come una miccia, e la cottura andrà avanti per molto tempo a temperatura costante. Prima della fine completa dello snake sarà possibile continuare la cottura sistemando altre bricchette, continuando in questo modo l’accensione all’infinito.

Per capire meglio come usare il metodo Snake, vi consigliamo quest’articolo qui sulle varie tecniche di cottura.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: